FAQ

Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono, a volte. (Oscar Wilde)

Hai un dubbio, una curiosità od una domanda? Prima di scrivermi, dai un’occhiata alla lista qui sotto! Se ancora non sei soddisfatto, contattami a italianiamadeira@gmail.com

Aria pulita, tanto vento, mare e montagne a pochi passi di distanza, uno stile di vita europeo: l’isola di Madeira offre una combinazione perfetta tra ambiente cittadino e vita nella natura. Un bassissimo tasso di criminalità, un clima primaverile (quasi) tutto l’anno ed il basso costo della vita sono solo alcuni degli aspetti positivi di Madeira. D’altro canto il panorama culturale è piuttosto limitato, così come gli spostamenti e a volte la disponibilità di prodotti.

Ovviamente sì. Magari non a priori, in quanto essendo il portoghese una lingua latina, e come tale abbastanza simile all’italiano, può essere studiata sul posto ed appresa piuttosto rapidamente. Ma se stai pensando di trasferirti all’estero il primo passo da compiere è cavarsela almeno in inglese, l’esperanto dei nostri giorni. Altre lingue utili per lavorare a Madeira, in ordine di importanza dopo portoghese ed inglese: tedesco, francese, spagnolo, polacco, russo.

I corsi online di portoghese europeo scarseggiano, soprattutto rispetto a quelli di portoghese brasiliano. A Madeira esistono numerose scuole di lingue che offrono molteplici soluzioni ed orari per adattarsi a tutte le esigenze. Persino l’Universidade da Madeira (UMa) offre un corso di portoghese per stranieri, ma bisogna iscriversi con largo anticipo. Ti interesserebbe un corso di portoghese europeo online? Fammelo sapere!

In quanto paese della comunità europea, per entrare in Portogallo non occorrono visti particolari. Dopo sei mesi dall’arrivo nel paese è richiesto il rilascio di un documento del SEF (Serviço de Estrangeiros e Fronteiras) che attesti il trasferimento di residenza.

Da un punto di vista personale, suggerisco di avere: un buon piano di battaglia, una grande entusiasmo per iniziare, e una buona forza d’animo per non mollare. Altri consigli spassionati per chi vuole trasferirsi a Madeira in questo post.

Come in qualsiasi altra città, regione o paese: agenzia immobiliare, annunci o passaparola. Ti racconto come ho fatto io (e ti svelo qualche sito utile e qualche parola magica di portoghese) in questo post.

Dipende dalle tue necessità e priorità: Funchal è il centro più dinamico dell’isola, sia in termini culturali che turistici ed economici, con un conseguente innalzamento dei prezzi e del costo della vita. Più ci si allontana dalla città principale, più i costi si abbassano ma gli spostamenti sul territorio possono diventare più tortuosi.

Esistono tre principali rete di autobus che collegano i vari distretti di Madeira: SAM (regione orientale), Rodoeste (regione occidentale) e Horarios (territorio urbano di Funchal). I collegamenti sono piuttosto economici ed incredibilmente puntuali, ma nonostante ciò potrebbero non essere abbastanza efficienti per spostamenti quotidiani legati ad esigenze lavorative, soprattutto su tragitti extra urbani. Valuta bene l’acquisto di una vettura, potrebbe rivelarsi indispensabile.

Sì, e senza problemi, per i primi sei mesi di residenza sull’isola (ed in Portogallo, in generale). Entro il termine di questo periodo è necessario iscriversi al Registro dei Trasporti per continuare ad utilizzare la propria patente. La procedura è gratuita e può essere svolta presso qualsiasi ufficio DRAF.

Poco. La crisi è arrivata dappertutto, ed il Portogallo – si sa – non fa eccezione. Nel settore pubblico, poi, trovare lavoro è ancora più difficile, soprattutto per gli immigrati stranieri. Soprattutto se non parlano perfettamente la lingua. è più facile trovare una posizione nel settore del turismo o della ristorazione, dove vengono favorite l’esperienza, le competenze e le lingue straniere.

Si tratta di una sfida interessante. La concorrenza è tanta e agguerrita, la ristorazione è un settore già fortemente sfruttato, il prodotto made in Italy non sempre ottiene il successo che talvolta diamo per scontato. Consiglio spassionatamente di prendere in considerazione idee totalmente diverse, ma che potrebbero fornire servizi ancora mancanti sull’isola e, nella loro unicità, garantire il successo in un determinato settore. Alcuni esempi? Una formaggeria internazionale, un ristorante greco, o piuttosto uno vegetariano.

Dipende dall’attività stessa e dal target che si propone: turisti o locali? Amanti della natura o cittadini incalliti? Vasto pubblico, o concetto di nicchia? Non esiste una risposta univoca a questa domanda e non sono in grado di rispondere a tutte le mille possibili varianti. Posso solo darti un suggerimento: vieni a scoprirlo di persona!

 

Tutto qui? Certamente no!

Le domande riportate in questa pagina mi sono state realmente rivolte, spesso anche da più persone, e per questo ho deciso di rendere pubblici le mie risposte ed i miei suggerimenti. Se non hai trovato una risposta alla domanda che ti tormenta, non esitare a contattarmi e cercherò di risponderti facendo del mio meglio. Buona fortuna!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>